martedì 7 gennaio 2014

I "seguaci" di Facebook

Ma chi saranno mai questi "seguaci" di Facebook? Girano diverse voci al proposito. Beh, io l'ho capita così e così ve la spiego.

Come saprete, ogni volta che scriviamo qualcosa su Facebook possiamo decidere quale livello di privacy assegnare ai nostri interventi: Pubblica (icona del mappamondo), Amici, Amici tranne conoscenti, Solo io o Personalizzata.

Ebbene, i seguaci sono persone che desiderano tenersi aggiornate su ciò che scriviamo pubblicamente su Facebook, ma che non vogliono richiederci direttamente l'amicizia. In altre parole, cliccano l'opzione Segui sulla nostra bacheca (o diario), ma non ci chiedono l'amicizia. In questo modo possono visualizzare ciò che pubblichiamo, ma sempre e soltanto se noi lo scriviamo con l'opzione Pubblica.
In linea di massima avere seguaci non dà fastidio, perché chi ci "segue" come "seguace" lo fa appunto per essere informato quando scriviamo cose pubbliche. Ma se noi non scriviamo mai niente di pubblico, loro non avranno mai nulla da leggere. Se su FB evitiamo accuratamente di scrivere o commentare cose "pubbliche", loro non potranno mai leggere niente dei nostri interventi.

Un personaggio pubblico può avere piacere ad avere molti "seguaci", perché magari usa la propria bacheca personale di Facebook anche per diramare messaggi che ritiene di pubblico interesse. Io però non sono e non mi considero un personaggio pubblico, perciò se vedo che mi si aggiunge qualche nuovo "seguace", normalmente gli scrivo avvertendolo che è inutile che mi "segua" perché non scrivo quasi mai niente di pubblico su Facebook. Se è davvero interessato a "seguirmi" gli propongo piuttosto di stringere amicizia, così potrà vedere davvero tutto ciò che scrivo.

Come fare a controllare cosa vedono i nostri "seguaci"? Semplice: basta verificare cosa c'è di Pubblico sulla nostra bacheca. In linea di massima, come impostazione predefinita, quando cambiamo la foto dello sfondo (la "copertina" della nostra bacheca) e quando cambiamo la foto del nostro profilo (l'avatar), Facebook registra questa attività scrivendo sul nostro diario un post "pubblico".

Andiamo ora sulla nostra bacheca. Sulla foto di copertina troviamo il pulsante Registro attività e sulla sua destra, una rotellina tipo ingranaggio:
Clicchiamoci sopra e scegliamo la voce: Visualizza come...
A questo punto nella parte alta dello schermo, sopra la foto di copertina e sotto la fascia blu di Facebook, apparirà una banda nera:
Clicchiamo su OK. Ora possiamo vedere la nostra bacheca esattamente come appare a chiunque si colleghi a Facebook senza essere nostro amico: dunque, la nostra bacheca appare così anche ai nostri eventuali "seguaci".

Se con questa visualizzazione notiamo una qualsiasi informazione che non vogliamo che sia pubblica, porvi rimedio è semplice: prendiamo nota di quando è stata pubblicata, poi ritorniamo alla visualizzazione normale della nostra bacheca e andiamo a modificare le impostazioni della privacy, rendendo quella specifica attività "privata". Se per qualsiasi motivo ciò non fosse possibile (può accadere, su Facebook...), possiamo sempre eliminarla o, in alternativa, nasconderla dal nostro diario.
Già che ci siamo, possiamo utilizzare la banda nera anche per vedere come i nostri amici di Facebook vedono il nostro diario: basta inserire il nome di uno qualsiasi di essi dove c'è scritto Visualizza come una persona specifica. Anche in quel caso, se troviamo informazioni che ci siamo pentiti di avere diffuso, le possiamo togliere o per lo meno nascondere dal diario (per esempio modificando la privacy su "Solo io").

Buon anno e buona privacy a tutti!