giovedì 27 dicembre 2012

L'angolo di osservazione

A pagina 36 e 37 del volume "Il valore dell'Astrologia" di André Barbault, Ed. Capone 2012, a proposito della questione geocentrismo-eliocentrismo si legge nella splendida traduzione di Clara Negri:

In verità, il problema non è altro che una questione di angolo di osservazione, dove ogni configurazione è in funzione del suo campo di applicazione: se vogliamo studiare un'eventuale influenza del cosmo su noi terrestri, dobbiamo necessariamente configurare il sistema solare in modo geocentrico; allo stesso modo che mutatis mutandis, praticheremmo un sistema "selenocentrico" se abitassimo sulla Luna, "cronocentrico" se fossimo su Saturno e così via.

In sostanza, dice le stesse cose che disse Massimo Frisari nel 1975 (e anche questo libro di Barbault è la ristampa, ampliata, di un volume del 1975). Naturalmente, tutto questo conferma, corrobora e avalla l'idea di base sulla quale ho sviluppato la mia Astrologia Extraterrestre.

venerdì 23 novembre 2012

L'antro dell'astrologo


L'ascendente è il segno che sorge ad est al momento della nascita, e lo si può calcolare anche a mente in modo molto approssimativo conoscendo la sequenza corretta dei segni e tenendo presente che, quando uno nasce all'alba, l'ascendente è uguale al segno di nascita (cioè quello dove si trova il Sole); quando uno nasce al tramonto, l'ascendente è il segno opposto a quello di nascita. L'Ascendente è un elemento importantissimo del cielo natale perché in realtà ciascuno di noi ha tre componenti essenziali: il segno dove si trova il Sole, il segno dove si trova la Luna, e il segno dove si trova l'Ascendente. Sono questi tre segni, in combinazione, che danno il 70% delle indicazioni sulla personalità e sul carattere della persona. A questo ci possiamo aggiungere anche la casa (o campo) dove si trova il Sole, e l'eventuale presenza di uno "stellium" (cioè di una particolare concentrazione di corpi celesti) in un segno e/o in una casa. Ari-confermo che per la mia esperienza personale, che modestia a parte non è poca, le decadi non contano. Se uno "sente" di avere caratteristiche del segno prima o del segno dopo, è semplicemente perché ha qualcosa di importante (probabilmente uno di quegli elementi che ho elencato) nel segno prima o nel segno dopo. L'Astrologia genetliaca, cioè lo studio della carta natale individuale, unica e irripetibile, diversa per ciascuno di noi, è una cosa così affascinante che sono certo che se vi darete la pena di approfondire l'argomento, vi ci appassionerete e dimenticherete presto gli oroscopi della TV, le decadi e le altre generalizzazioni. Augh, torno nell'astro dell'antrologo, cioè volevo dire, nell'antro dell'astrologo.

(Intervento su Facebook, 21 novembre 2012 16:35)

martedì 28 agosto 2012

L'astrologia ansiogena


L'Astrologia, anche quella "buona" e anche quella "innocente", toh diciamo pure perfino quel gioco simpatico e divertente che spesso è la segnosolare, può avere un marcato effetto ansiogeno sugli individui già predisposti.

E' un tema che da tempo vorrei affrontare "di petto", ma poi tra una cosa e l'altra non trovo mai l'occasione. In realtà, se qualcuno spulcia in questo blog con una certa attenzione, può già trovare interventi che fanno riferimento a una astrologia "ansiogena" o forse addirittura "terroristica": per esempio, nella lettera che ricevetti tempo fa da una gentile lettrice che ebbe a che fare con un astrologo il quale le indicò un così gran numero di "negatività" e in modo così preoccupante da indurla a una sorta di crisi di rigetto per l'Astrologia tout court.

Vi ricordo che io, indipendentemente dalla scuola alla quale aderisco e dal metodo che pratico, ho sempre promosso una Astrologia del buon senso basata su un approccio ottimista e costruttivo alla vita, e di conseguenza all'Astrologia stessa: che non è un macigno che ci incombe dall'alto come una inesorabile spada di Damocle, ma è semplicemente uno dei molti strumenti che l'uomo moderno ha a disposizione per informarsi (sempre che lo desideri), e di conseguenza affrontare meglio (sempre che lo voglia fare) la vita quotidiana.

Vi propongo qui due scambi di mail che illustrano cosa intendo per "effetto ansiogeno" e cosa consiglio in questi casi.


Buongiorno Luciano, come sta? si ricorda di me? lavoravo alla XXX di YYY e qualche volta ci siamo sentiti in relazione ai suoi studi di astrologia. Se si ricorda anche io sono una appassionata del settore, oggi ho fatto la stupidata di guardare la mia RS per il 2012 (parte in settembre), e ho visto marte in dodicesima casa, sono spaventatissima....purtroppo la mia situazione è già da due anni molto difficile, e se questo pianeta è così malefico temo che farò una brutta fine. Non ho possibilità di spostarmi per toglierlo da lì, certo magari le altre posizioni potrebbero contrastare o aiutare in positivo, ma non riesco a fare chiarezza. Lei mi può dare un consiglio? la ringrazio: F. T.

Cara F.T., certo che mi ricordo di lei. Il mio consiglio è di non occuparsi di astrologia, perché su di lei ha un effetto ansiogeno! Si può vivere benissimo anche senza stressarsi anche con le stelle...
Luciano

L'altra mail è di questo tono:

Carissimo Luciano, come va? Immagino e spero bene. Purtroppo a me no. Ho assoluto bisogno di un tuo aiuto proveniente dalle stelle perché da sola sto diventando pazza. Mi va tutto malissimo TUTTO! Ho bisogno di sapere quanto tempo ci vuole a farmi l'oroscopo almeno fino a Dicembre 2012 e quanto costa. Ricordo il tuo lavoro incredibile svolto per me nell'anno 2005.
per viaggi di compleanno ricordo esattamente la tua spiegazione. Come facciamo? Ti chiedo però di omettere le cose veramente brutte che vedrai (forse) sul mio anno astrale. Magari potresti farmi il periodo maggio 2012 - maggio 2013.

Cordiali saluti: J.Q.

Cara J.Q.
Mi fa piacere che ti ricordi bene la mia spiegazione sui viaggi di compleanno. Adesso è inutile che io ti faccia l'oroscopo dal maggio 2012 al maggio 2013 perché ormai il compleanno è passato e (ma sottolineo che non ho guardato niente, ancora, eh!) se c'è stata una "frittata" (cioè se per caso hai avuto una brutta Rivoluzione Solare) non c'è niente da fare ormai e saperlo non ti aiuterà di certo.
Stesso discorso per i transiti: i transiti non cambiano di una virgola anche se si fa il viaggio di compleanno, però secondo Ciro Discepolo la Rivoluzione Solare è più importante dei transiti, e una buona (magari ottima) RS può ridurre di molto anche i transiti più negativi.
E poi il bello dell'Astrologia Attiva è proprio quello di fornire soluzioni, e allora ti direi di fare così: intanto mettiti il cuore in pace, che i pianeti girano (eccome se girano! come le palle, certe volte...) e anche i periodi peggiori prima o poi finiscono. Poi ricontattami in febbraio, non prima, così posso vedere la tua prossima RS, quella del maggio 2013, e vedere se vale la pena spostarsi per il giorno del compleanno. Così, anche a seconda dei problemi che ti affliggono o che ti affliggeranno in quel momento, potrai chiedermi di "proteggere" uno o due settori in particolare, per esempio l'amore e/o la salute, oppure il lavoro, insomma si vedrà in quel momento.
In ogni caso non potrai mai chiedermi di tacerti qualcosa perché anche se dovessi vedere delle cose potenzialmente brutte, sarebbe mio dovere dirtele così come, nascosto tra le righe del mio resoconto del 2005, non ti avevo taciuto della possibilità di un incidente e anzi forse se lo avessi sottolineato meglio, chissà, avresti usato maggiore prudenza? Forse sì o forse no. E' un dubbio che mi attanaglia fin da allora. Metti che "nelle stelle" vedo un problema, un potenziale pericolo, e cosa devo fare: lo dico o non lo dico? Se lo dico e poi non succede nulla, spavento la gente per niente. Ma se non lo dico e poi succede qualcosa, sono venuto meno a un preciso dovere deontologico.
Insomma, chi l'ha detto che fare l'astrologo sia bello e facile? io no...
Intanto, procurati l'estratto integrale dell'atto di nascita perché magari potresti avere la sorpresa (come è capitato a me e a molte persone che mi hanno chiesto l'oroscopo) di scoprire che sei nata a un'ora diversa da quella che si ricordano i tuoi genitori. 
E se ti va, nel frattempo raccontami un po' di te, cosa fai e perché dici che le cose ti vanno così male.
Luciano

martedì 21 agosto 2012

Ventana a la conciencia


Mi è stato chiesto un intervento sul tema "astrologia - oroscopi" sul blog di Ciro Discepolo. Per anni ho abbracciato la sua stessa posizione, che in sostanza dice: gli oroscopi segnosolari fanno male all'Astrologia; tuttavia non ho nulla contro chi fa gli oroscopi, perché spesso si tratta di ottimi astrologi che pubblicano libri, partecipano a congressi, fanno consulti e hanno la nostra massima stima.

Negli ultimi tempi la mia posizione si è un pochino stemperata. La riassumerei nei cinque punti che seguono.

1) Chi l'ha detto che gli oroscopi facciano davvero "male" all'Astrologia? Io non me la sento di affermarlo senza notare che certamente ci sono anche parecchie altre cose che fanno male all'Astrologia. Per esempio, le profonde divisioni esistenti fra gli astrologi italiani sicuramente non sono un bene. Qui in Italia, sembra che qualsiasi cosa uno dica o scriva su Internet, sia da intendersi pro o contro qualcuno in particolare. All'estero vige maggiore armonia e tolleranza fra astrologi di scuole diverse.

2) La segnosolare può essere considerata una inaccettabile semplificazione della complessa realtà astrologica. Ma per lo stesso motivo, personalmente non me la sentirei di consigliare una o più RSM a chi magari interviene sul blog dopo una laconica presentazione, firmandosi con un nome di fantasia e senza darci la possibilità di verificare se i suoi dati sono veri o affidabili. Personalmente ritengo che un consiglio astrologico volante dato su un blog non possa e non debba mai sostituire un consulto personale. Nei blog che parlano di medicina si usa spesso questo tipo di ammonimenti; altrimenti si corre il rischio che un malato cominci una cura o smetta di prendere un certo farmaco solo perché ha letto questo o quel consiglio sul blog.

3) Allora qual è la mia posizione sugli oroscopi segnosolari? Mi hanno chiesto di farli, un paio di volte: e io ci ho provato, con buona volontà, ma senza riuscirci. Al di là della utilità o inutilità intrinseca di una qualsiasi attività, credo che l'importante sia svolgerla con professionalità e serietà, possibilmente avendo un talento speciale per ciò che si fa. Ecco: io non ho un talento per gli oroscopi, perciò non li faccio.

4) Alcuni astrologi e diversi appassionati di Astrologia mi hanno riferito di essere venuti a conoscenza dell'Astrologia genetliaca grazie alla segnosolare. Buon per loro, la mia esperienza è diversa: io ho avuto la fortuna (o scalogna, chissà?) di imparare subito la genetliaca, e su libri talmente complessi e ostici (come il Sementovski e il von Klöckler) che oggigiorno non li consiglierei proprio ai principianti.

5) Giuseppe Al Rami viene spesso criticato perché sembrerebbe che ci sia nella sua carriera di astrologo un "prima" nel quale criticava gli oroscopi segnosolari, e un "dopo" nel quale ora li farebbe pure lui. Lui conosce la mia posizione, gliela scrissi tempo fa su Facebook. Secondo me lui ha sbagliato perché ha cercato una "scorciatoia" verso il successo: "Inizio a fare oroscopi - pensava e forse pensa tuttora - così poi mi si aprono le strade dell'editoria e potrò pubblicare un libro di vera Astrologia". A mio modesto avviso, il suo errore sta nel fatto che così corre il rischio che il suo nome rimanga sempre legato a doppio filo alla segnosolare, e che gli chiedano più oroscopi che consulti. Siamo comunque nel campo delle scelte personali, che non desidero sindacare.

Spero di avere proposto qualche nuovo spunto di riflessione, e chiedo scusa a Ciro e agli amici del suo blog se non intervengo quasi mai, ma sono molto impegnato su altri fronti. Oltre a tradurre i suoi libri (attività che mi dà molta soddisfazione, anche perché così ho l'occasione di leggerli e rileggerli, studiarli e ristudiarli, considerarli e riconsiderarli), ho iniziato una collaborazione con la TV messicana SITV, che nelle prossime settimane metterà in onda mie "pillole" di Astrologia (non oroscopi) nel corso del programma "Ventana a la conciencia" condotto da Gloria Guajardo.

Ciao a tutti,

Luciano

mercoledì 13 giugno 2012

Le mie migliori risposte /2



Adesso che avete visto che tipo di domande (e di risposte) si possono leggere su Yahoo! Answers, sarò più selettivo nel proporvi una scelta delle mie "migliori risposte".

Ecco alcune fra quelle delle quali vado più orgoglioso:

Perché si usa dire "sbarcare il lunario"?

Muladíes

The Gods must be crazy

Perché molti odiano gli USA a tal punto...?

Fratelli d'Italia o Va' pensiero?

Che differenza c'è tra ambasciate e consolati?

Come imparare le lingue straniere per proprio conto

Ma i pesci fanno la pipì?

Il Dirodorlando

Foresta d'opinione

AGGIORNAMENTO DICEMBRE 2013 - Purtroppo la domanda sul modo di dire "sbarcare il lunario" è stata cancellata da Answers. Peccato, perché avevo dato la spiegazione per filo e per segno delle origini di questo particolare modo di dire. Va detto che su Answers manca un sistema di controllo delle domande e delle risposte. Può bastare che un utente invidioso "segnali" un intervento (sia esso una domanda o una risposta), perché questo venga cancellato senza possibilità di appello. E questo è il motivo per cui a un certo punto ho smesso di frequentare Answers, e anche adesso ci torno ma mooooolto di rado.

lunedì 4 giugno 2012

Le mie migliori risposte /1

Per alcuni anni sono stato un gran "risponditore" su Yahoo! Answers.

Answers è una comunità molto particolare; amavo definirla "un agghiacciante spaccato della realtà di oggi". Oggi, quasi quasi direi la stessa cosa anche di Facebook. Su Answers rispondevo a volte con ironia, a volte con sarcasmo, altre volte spinto da sincero desiderio di aiutare chi poneva le sue domande in questa comunità virtuale... dove di domande in realtà ce ne sono davvero tante, ma di risposte se ne trovano davvero pochine.

Spesso le risposte non sono proprio farina del mio sacco: ho semplicemente sfruttato la mia esperienza di ricerca terminologica su Internet, maturata in anni di lavoro come traduttore.

Ecco qualche esempio di mie "migliori risposte":

Astrología
Literati
Fabrizio De André e la PFM
Che è "pupida"?
¿Qué es "música fantasía"?
Il popolo Italiano è destinato all'estinzione?
¿Por qué la Venus de Milo no tiene brazos?
Odontoiatria estetica e biocompatibile
Idem
Le donne lo sanno... io no
La felicità
Come scrivere in giapponese sul computer
Sulle restrizioni antiterrorismo
Quando sono nati gli autogrill?
Chi sa cosa vuol dire "booyaka"?

mercoledì 30 maggio 2012

Due domande, due risposte sulle RS

1.  Marte in XII Casa - Ciro Discepolo dice che in un caso possiamo parlare di transito non negativo: per quei soggetti che hanno un Marte assai debole di nascita, per esempio in Cancro. E' d'accordo?
Non mi risulta…. Discepolo dice queste cose per esempio di un eventuale Ascendente di Rivoluzione Solare in 1^ casa, o di altri transiti che possono dare una sferzata di energia a chi ha Marte di nascita un po’ “spento”. Ma un Marte di RS nella 12^ casa di RS, se ricordo bene, promette solo potenziali problemi a tutto campo. Ergo, non è nemmeno possibile esorcizzarlo: occorrerebbe proprio spostarlo con una opportuna rilocazione del cielo di RS.

2. Considerato quanto sopra e come pure Saturno in casa I, come posso in pratica esorcizzare questi due simboli?
Il Saturno in 1^ potrebbe indicare un invecchiamento fisico, tipo capelli bianchi o che cadono, ecc. Perciò si può cercare di “pararlo” curando di più ossa e denti. Ma siccome indica anche un “invecchiamento” morale, un cambiamento dell’umore che porta a considerare le cose davvero essenziali, lo si può assecondare vestendo in modo più sobrio, facendo una vita meno ridanciana e più seria; chiudendosi in una biblioteca o in un eremo a studiare e meditare, per esempio. Saturno in 1^ potrebbe indicare anche un calo di peso, perciò può favorire le diete disintossicanti e dimagranti.

venerdì 11 maggio 2012

Aggiornamenti

Andare a dormire alle 3, sognare per 3 ore di seguito la traduzione che devi controllare, poi alzarti alle 6 per la revisione finale, accendere il computer e aspettare impaziente che Windows scarichi 27 aggiornamenti importantissimi, poi passare altri inutili 5 minuti che l'antivirus scarichi le ultime "definizioni" (ma che è, un dizionario?), poi ti parte la deframmentazione, il backup e la scansione programmata e nel frattempo sono arrivate le 9 e a quel punto scopri che in realtà è mezzogiorno perché ti sei addormentato davanti alla tastiera.

(da Facebook, 15 ottobre 2010)

venerdì 23 marzo 2012

Patti chiari

Mi capita abbastanza spesso che, dopo avere studiato un cielo di Rivoluzione Solare e la sua possibile rilocazione (cioè quella che nella scuola discepoliana viene denominata Rivoluzione Solare Mirata o RSM) in base a uno dei tre diversi tipi di analisi che ho illustrato nel mio post precedente, mi vengano richieste informazioni aggiuntive.

Questo è giusto e corretto, se si tratta di avere maggiori informazioni sull'analisi appena svolta o di chiarire taluni dubbi relativi al mio responso; ma ci sono dei casi in cui le richieste sono di ben altro tipo. Ecco alcuni esempi.

Un giorno mi fu richiesto il primo tipo di analisi: cioè studiare una RS di base (RSB) per una località nel Nord Italia e valutare la possibilità di migliorarla con brevi spostamenti. Fatti i miei calcoli e studiate le varie possibilità, indicai Lisbona. Dopo pochi giorni il consultante mi chiese: "Ho trovato un tour guidato del Portogallo: va bene se il giorno della RS, invece che a Lisbona mi trovassi a Coimbra o a Cascais?"

Un'altra volta mi fu chiesto di determinare la migliore RS in assoluto, senza limitazioni di volo o di chilometraggio. Fatti i miei calcoli e studiate le varie possibilità, indicai Parigi. Dopo pochi giorni, il consultante mi chiese: "Avrei la possibilità di andare a visitare una mostra a Marsiglia: va bene lo stesso?"

Un'altra volta ancora mi fu chiesto di valutare un paio di buone rilocazioni per proteggere determinati settori dell'oroscopo. Fatti i miei calcoli e studiate le varie possibilità, indicai Boston. Dopo pochi il giorni il consultante mi chiese: "Avrei l'occasione di andare a trovare un parente a San Francisco. Va bene se invece di Boston, vado a San Francisco?"

In tutti questi casi, sappiate fin d'ora che non rispondo nel merito e non indico mai altre località, oltre a quelle già suggerite.

Lo studio che precede e porta all'identificazione di una buona rilocazione del cielo di RS è molto specifico e complesso; è pur vero che utilizzo ottimi software sviluppati appositamente a questo scopo da Ciro Discepolo, ma un conto è cercare la RSM migliore in assoluto (tipicamente, una RS con determinati valori di Decima, sempre che non ci siano controindicazioni), un conto è cercare di proteggere o favorire alcuni determinati settori, e un altro conto ancora è considerare una RS "di fuga" allo scopo di migliorare la situazione celeste "di base".

In tutti e tre questi casi, una volta giunto al mio responso, indico la località più idonea (ma spesso ne indico più di una) evidenziandone vantaggi e vantaggi astrologici. A quel punto, considerato che non sono un astrologo di professione e che grazie al cielo ho un lavoro dipendente a tempo pieno, devo per forza di cose occuparmi di altro; questo "altro" può anche essere una traduzione, un altro caso astrologico, un hobby...

Dunque, rispondere a una domanda all'apparenza banale come quelle che vi ho elencato ("Ma invece di andare a Boston, non va bene anche se resto a Miami?") comporta (almeno per me) il "dover riaprire una pratica" che ritenevo ormai chiusa: riprendere in mano il caso, reinserire i dati in computer, rifare i calcoli... Per farla breve: è una cosa extra, che non è compresa nei servizi astrologici che offro.

Pensateci dunque bene, quando mi contattate per studiare la vostra RS, prima di chiedermi un certo tipo di ricerca o un'altra, perché poi - a malincuore, devo dire - non sono in grado di proporvi ulteriori alternative o di studiare tutte le possibili località che vi potranno venire in mente a posteriori, al di fuori di quella (o quelle) che vi indico io.

Patti chiari, spero, amicizia lunga.

giovedì 1 marzo 2012

Tre possibili analisi della Rivoluzione Solare



A chi mi contatta per avere l'analisi della sua prossima Rivoluzione Solare, normalmente prospetto tre diversi possibili studi alternativi. Ciascuno di questi comporta una propria metodologia di ricerca, per cui normalmente un tipo di ricerca esclude l'altro. Se però volete un consulto davvero completo che copra tutte le possibilità, potete richiedermi anche tutti e tre tipi di analisi insieme. Eccoli dettagliati qui sotto:

1) Analisi di una RS “di base” (RSB). In questo caso parto da una località che mi indicate voi (può essere in Guatemala o in Italia o in una qualsiasi altra parte del mondo); io vi dico se va bene o no, e perché; poi valuto la possibilità di migliorarla con spostamenti aerei relativamente brevi verso Est e verso Ovest. Se uno spostamento breve non è sufficiente, vi indicherò una o due località un po’ più lontane.

2) Ricerca di una RS particolarmente adatta per proteggere o migliorare uno o due settori della vita. Tenete presente che non tutti gli anni è possibile trovare una località che soddisfi alle aspettative. Così, se magari trovo una RS ottima per la salute, questa potrebbe essere negativa per il denaro; e se ne trovo una buona per il lavoro, questa potrebbe essere negativa per l’amore… insomma c’è sempre il rischio di “controindicazioni”. Se non dovessi trovare una RS buona per quel settore o quei settori che mi indicherete, vi proporrò la RS migliore in assoluto.

3) Ricerca della RS migliore in assoluto: di solito è quella con forti valori di Decima casa, che normalmente comporta buona fortuna, passi avanti ed emancipazioni un po’ in tutti i settori della vita (ma questo non vuol dire necessariamente “più soldi”). Non tutti gli anni è possibile trovare una RS di questo tipo: se non dovessi trovarla, vi proporrei alcune località particolarmente buone per i settori che mi indicherete.

giovedì 23 febbraio 2012

Dicono di me...

Stralci di corrispondenza...



31/1/2011
"Navigando in internet mi sono imbattuta nel sito di astrologia da lei curato, e ne sono rimasta colpita per l'alto livello di professionalità  e trasparenza con cui viene gestito, Non sono un'astrologa ma molto interessata alla materia."
Firmato: Alessandra

5/2/2011
"Complimenti per il sito."
Firmato: una navigatrice del web

27/2/2011
"Gentile signor Drusetta, sono venuta da lei il mese scorso per un primo colloquio per poter tracciare il mio tema natale. Mi sono trovata molto bene e confermo che le mie impressioni riguardo la sua professionalità, avute già leggendo il suo blog, non erano errate."
Firmato: Alessandra

2/3/2011
"Grazie per la risposta, ho letto e riletto ciò che mi ha scritto ed ho trovato il tutto davvero interessante e meritevole di approfondimenti."
Firmato: M.C.

16/4/2011
"Ti ringrazio per l'esauriente risposta. Ho scoperto da poco il tuo sito su digilander e anche il tuo blog, sicuramente li frequenterò."
Firmato: Michele

30/4/2011
"Mi hai dato esattamente la risposta che desideravo, grazie!"
Firmato: Massimo B.

9/10/2011 
"Salve, le riscrivo prima di tutto per ringraziarla della celere ed esaudiente risposta. Ho letto su un sito qualcosa riguardo al momento propizio per aprire un'attività. Meglio, però, rivolgersi a un esperto come lei, da solo è troppo difficile."
Firmato: Salvatore 

10/12/2011
 "Pur non avendo affatto il culto dell'astrologia e non avendo mai riscontrato corrispondenza tra la mia vita e gli oroscopi dei più noti astrologi che mi capitava talvolta di leggere su giornali e riviste, un paio di mesi fa, in un momento particolarmente delicato della mia vita in cui certi blocchi si ripresentavano con particolare evidenza nella loro ripetitività, ho contattato via email un astrologo-esoterista-occultista poco noto e "lontano dall'astrologia-spettacolo" per chiedere un'analisi del Tema Natale... E quello che ne è venuto fuori è stato un quadro disastroso, pieno dei peggiori "malefici astrali", veramente devastante in tutti i campi e da ogni punto di vista - interiore e relativo alle circostanze - e anche nel suo offrire così poche speranze, così pochi spiragli di luce per la mia vita e per il mio futuro. [...] Ho cercato di dimenticare il consulto ricevuto, ma inutilmente; da quel giorno il pensiero del mio destino ha aggravato una inquietudine e un timore quantomeno giustificati da certi eventi; ma se prima potevo essere un po' preoccupata per la mia vita, ora sono spaventata e sfiduciata, quasi paralizzata nel mio agire. Quindi Le scrivo per chiederle se nella lettura e consulenza che Lei fornisce vi è anche una prospettiva di possibili soluzioni, intendo dire strategie di qualche genere che potrei attuare per neutralizzare o superare certi impedimenti o malefici astrologici."
Firmato: V.V.

13/11/2011
"Buonasera Luciano, la ringrazio molto per avermi risposto... Anche per ricambiare il tempo che mi ha dedicato per spiegarmi una serie di cose, la autorizzo a pubblicare stralci della mia email e della sua risposta purché rigorosamente anonimi [...] Lei è stato già abbastanza chiaro e disponibile e non voglio approfittare oltre della sua gentilezza. Se sceglierò di andare oltre su questa strada astrologica, la contatterò ancora senz'altro le farò avere i dati che mi chiede..."
Firmato: V.V.

23/12/2011
"Sei molto competente e serio volevo solo chiederti se è normale che la mia vita ad oggi sia così difficile."
Firmato: Francesca P.

14/2/2012
"Salve Luciano e grazie per la pronta risposta. Mi sembra interessante la sua proposta di consulto, ma prima di decidere mi piacerebbe vedere un resoconto come da lei proposto."
Firmato: Monica

21/2/2012
"Gentilissimo Luciano, grazie per l'invio del[l'esempio di interpretazione di un] tema natale, che ho letto con piacere ma purtroppo sono in cerca di una lettura completamente diversa. Grazie per l'attenzione e buon lavoro!"
Firmato: Monica