sabato 3 settembre 2011

Non m'interessano le sfide

A me dispiace molto che ci siano persone che criticano Ciro Discepolo, che è una persona amica che ha tutta la mia stima e dalla quale ho ricevuto solo bene. Mi dispiace anche che colleghi astrologi della mia stessa scuola discepoliana accettino provocazioni e si impegnino in improbabili sfide tese a dimostrare la validità o la non validità di un certo metodo, la superiorità o l'inferiorità di questa o quella tecnica, la fondatezza o meno di questa o di quella statistica. Sono modi di fare che sono assolutamente estranei alla mia natura; sono tematiche che non mi interessano e ne sono rimasto sempre fuori. Dio volendo, intendo restarne fuori ancora per molto tempo.

Spero di essere ricordato come una persona corretta e come un astrologo onesto; uno che non si nasconde dietro statistiche altrui, uno che non difende aprioristicamente certe tecniche astrologiche perché "migliori" di altre. Io affermo semplicemente che con l'Astrologia Attiva di Ciro Discepolo ho trovato un modo di fare astrologia che mi è confacente; ho imparato tecniche e metodologie che soddisfano me e soddisfano le persone che mi chiedono un consulto o un aiuto astrologico.

Chi si rivolge a me conoscendo già l'Astrologia Attiva, sa di poter andare sul sicuro, in quanto (come riconosciuto da Ciro stesso sul suo blog), applico le sue regole "senza patch aggiuntive"; e chi si rivolge a me senza conoscere l'Astrologia Attiva, viene subito informato che si tratta di una scuola che comporta metodi e tecniche controverse, che suscitano polemiche, critiche, contrarietà e perfino l'ostilità di molti astrologi.

E pur chiudendomi a riccio di fronte a persone che non conosco e pur restando refrattario a certe polemiche e indifferente a certe tematiche, ritengo di non potermi esimere dal rispondere con garbo e civiltà a chi mi pone (con uguale garbo e civiltà) delle precise questioni astrologiche e di metodo.