mercoledì 15 luglio 2009

Il mio primo computer


Era un Amstrad del 1985. Ecco la scheda tecnica:
Built in language: Mallard Basic
CPU: Zilog Z80 A
Velocità: 3,4 MHz
RAM: 256 KB (16 banks of 16 KB each)
ROM: 48 KB
Suono: Beeper
Sistema operativo: CP/M, CP/M+

Non è stato proprio il "mio" primo computer: a rigore, è stato il primo computer sul quale ho lavorato. Ricordo che aveva un ottimo software di trattamento testi (un wordprocessor, come si dice oggi) chiamato Locoscript (che esiste tuttora!), e un interessante linguaggio di programmazione chiamato Logo con il quale si poteva, tramite rigorose quanto criptiche istruzioni matematiche, guidare una tartarughina sullo schermo in modo da farle tracciare linee e curve.

Con questo sistema di videoscrittura primitivo ma piuttosto valido, dotato di un sistema di "maschere" o "templates" che già anticipava i "modelli" di Word, compilavo modulistica e creavo numerosi documenti d'ufficio, proforma, fatture, certificati di origine, carnet ATA ecc. ecc.

All'epoca infatti lavoravo in una ditta di commercio estero.

Il mio capo aveva, nel suo ufficio, una versione più recente e più evoluta del programma, che girava - ovviamente - anche su un sistema un pochino più potente.